:: POLITICA ::
PD, assemblea dei circoli "da segretario a segretario". Tra politica nazionale e territori parte la mobilitazione di novembre

Colloquio con Carla Boto, coordinatrice del circolo Pd Marconi

Stampa articolo
Marco Stirparo

13-11-2010

Sabato 6 novembre c'è stata a Roma la seconda assemblea dei coordinatori/segretari di circolo del Pd. Si tratta di un appuntamento utile per raccogliere opinioni e gli umori diffusi nel paese (stiamo parlando di 6.800 circoli) e nello stesso tempo è stato un momento di stimolo per la prossima mobilitazione del partito. Ne abbiamo parlato con la coordinatrice del circolo Pd Marconi, Carla Boto.
Com'è andata l'assemblea? Ti sembra una iniziativa positiva?
Mi pare quasi superfluo dire che per i circoli è importantissimo riuscire ad avere un riscontro del lavoro che svolgiamo. La prima assemblea era stata una iniziativa di Franceschini quando era segretario, ed è importante che l'appuntamento sia stato confermato oggi anche da Bersani. Dovrebbe essere un momento di confronto periodico. Non credo ad una contrapposizione con l'iniziativa di Renzi e Civati, occorre rinnovamento ma non è che possiamo buttare i giovani in campo e dirgli "fate voi, arrivederci". Mi è piaciuto l'atteggiamento del segretario che ha ascoltato prendendo appunti gli interventi dei segretari dei circoli, e cercato di dare risposte nel suo intervento finale.
Il partito si sta anche organizzando sul piano informatico per migliorare e velocizzare la comunicazione; si sta avviando un portale nazionale dove verrà resa disponibile dal mattino una ampia rassegna stampa, ma soprattutto i circoli avranno uno spazio proprio, per la raccolta dei dati relativi agli iscritti, in tempo reale (compresa la statistica che li riguarda), attraverso il quale verrà loro messo a disposizione un "pacchetto" destinato alla comunicazione ivi compreso anche un determinato numero di sms da inviare agli iscritti. In fondo tutti noi coordinatori di circolo abbiamo una attività lavorativa e il web ci offre l'opportunità di organizzare al meglio il nostro lavoro nei tempi disponibili. Per una donna è molto importante...
Aggiungo una nota di curiosità: negli spazi dimostrativi la sperimentazione del portale è stato adottato ad esempio del funzionamento il nostro circolo...
Quali sono le iniziative più ravvicinate?
Il Partito Democratico negli ultimi mesi, con un'ampia discussione e due incontri dell'Assemblea Nazionale, ha definito le sue posizioni su molti temi. E' arrivato il momento di farsi sentire, tirare fuori la voce e diffondere le nostre proposte. A novembre organizzeremo dei gazebo a Marconi –anche se il 20 avremo il congresso di Circolo, ci rifaremo il finesettimana successivo! – e racconteremo come il partito propone di rilanciare l'economia in tervenendo sul fisco, dare respiro agli enti locali, puntare sulla scuola invece di tagliare... Vedrete che sulla strada ci saranno tanti democratici che vorranno far vedere che il partito c'è e lavora per affrontare i problemi di tutti.
Sarà importante, ed è anche sempre stata la nostra convinzione, tenere insieme il tema nazionale con i problemi concreti dei cittadini. Compito dei circoli è stare sul territorio. Sono orgogliosa delle battaglie che abbiamo fatto, da quella vinta sul ripristino della linea del 170 fino a Termini, a quella attuale sulla nuova raccolta differenziata, che rende la vita difficile agli abitanti di Marconi invece di migliorarne la qualità. E' importante anche il nuovo impulso che sta vivendo il partito romano, avviato a congresso. Dobbiamo puntare a riconquistare Roma, la città sta soffrendo la gestione Alemanno, l'immobilismo sul tessuto produttivo e l'approccio ideologico nel campo della sicurezza.
Cosa pensi della situazione politica attuale? Pensi che si andrà presto alle elezioni?
E' difficile dirlo, certo la destra ormai è spaccata e il governo potrà al massimo trascinarsi stancamente. A farne le spese sarà l'Italia, ferma ed in attesa di qualcuno che le dia un indirizzo per cercare di uscire dalla crisi. Noi cercheremo di fare la nostra parte, anche con la manifestazione per l'11 dicembre, formalizzata proprio nella assemblea dei circoli, in cui chiederemo di interrompere questo stillicidio quotidiano nella destra e faremo le nostre proposte. Con queste fibrillazioni chissà se il governo arriverà fin lì. Non so se ci sarà un governo tecnico, in ogni caso penso che quando andremo alle elezioni non sarà possibile fare un'ammucchiata con tutti i partiti non-berlusconiani, come abbiamo provato a fare con l'Unione. Non possiamo rifare quell'errore, dobbiamo proporre una "ricetta" per il Paese e cercare di convincerlo a darci la possibilità di governare. Poi dovremo non solo evitare di spaccarci subito, come è successo a Prodi, ma anzi cercare di essere coesi e dare un indirizzo credibile ed efficace.
La questione dura sarà vincere la subcultura berlusconiana che è penetrata nel comune sentire... Per vincere dobbiamo ristabilire un rapporto di stima tra politica e cittadini, fare del nostro partito uno strumento utile per le persone, farlo percepire utile ed utilizzabile per risolvere anche i problemi quotidiani. Occorre ridare onore e dignità alla politica, che è servizio alla comunità.
Con quali impressioni sei uscita dall'assemblea?
Trovo molto utile questo tipo di incontro, che ci permette di confrontarci, noi che stiamo tutti i giorni a contatto con i problemi quotidiani dei luoghi in cui viviamo e facciamo attività politica, con i vertici del partito; come ha detto Pierluigi Bersani, "da segretario a segretario"... Si respirava quasi un'aria di famiglia. Quando sono arrivata la sala era già praticamente piena, mi sono seduta sugli scalini e trovata a gomito con segretari di chissà dove, ma i commenti, le impressioni, erano spesso comuni e scambiate con la sensazione di vivere le stesse esperienze, quasi di conoscersi già. E' stata una sensazione che mi ha quasi emozionata...


Pontediferro.org Il settimanale della Capitale. Notizie dal Municipio XI e dal quartiere Marconi di Roma
Politica | Società | Economia | Esteri | Scienza e cultura | Città e quartiere | Attualità | Confronti | Calandrino | Lettere | Galleria fotografica

Testata registrata presso il Tribunale di Roma Nr. 448/2002 del 23/07/2002 - Anno di fondazione: 2002 - Pubblicato a Roma, via E. Barsanti, 25
Direttore: Giorgio Frasca Polara
Proprietario: Giuseppe Visone - Webmaster: Emiliano Antonelli, Giuseppe Visone, Marco Stirparo